ricerca

Newsletter

Rimani in contatto con noi







Banner
Banner
 10 visitatori online
PDF Stampa E-mail
SFIDA

TRA I BUTTERI DI CISTERNA E I COWBOYS DI BUFFALO BILL

 

Tratta dal libro “I butteri di Cisterna e dell’Agro Pontino. Augusto Imperiali,

 l’eroe di tutti i butteri” di Mauro Nasi (Palombi Editori, 2006)

 

Quando Cisterna era l’avamposto della secolare palude pontina, era anche la “patria dei butteri”, così definita dallo storico e viaggiatore Arnaldo Cervesato (in “Latina Tellus”, 1910).

Profilo aquilino con indosso un cappello a cencio ed un mantello di saio, il buttero era un rude mandriano temprato dalle avversità atmosferiche e dalla malaria che quotidianamente mieteva vittime. Ma era anche un ardito cavaliere ed un audace domatore.

Proprio come lo era Augusto Imperiali, l'eroe di tutti i butteri.

Buttero della Casata Caetani, “Augustarello” (ogni buttero aveva un soprannome o nomignolo e questo era quello di Augusto Imperiali) fu il protagonista della celebre sfida contro il leggendario Buffalo Bill ed i suoi cowboys dello spettacolo itinerante "Wild West Show" che, a partire dal 20 febbraio 1890, fece tappa a Roma in zona Prati di Castello, alle spalle del Vaticano.

Nel corso di un incontro tra Buffalo Bill ed il duca Onorato Caetani, nacque una disputa tra i due sulle abilità di domatori dei butteri della sua tenuta di Cisterna a confronto dei più famosi cowboys. Di qui l'idea della sfida con un premio di 1000 lire che successivamente Buffalo Bill ridusse a 500.

La sfida puntualmente avvenne l'8 marzo 1890. Di fronte ad un foltissimo pubblico, a metà dello spettacolo circense fecero ingresso nell’arena i butteri Francesco Costanzi, Cesare Fabbri, Achille Fasciani, Achille Laurenti, Angelo Petecchi, Bernardo Quinti, Filippo Valentini. In testa Alfonso Ferrazza e Augusto Imperiali. Subito vennero lasciati liberi alcuni indomiti puledri americani che i butteri dovevano sellare e cavalcare senza farsi disarcionare.

Questa la cronaca del rodeo come si legge ne Il Messaggero: (…) “il morello, tenuto con le corde, si dibatte frenetico; s’alza sulle zampe di dietro, tira rampate. I butteri le schivano sempre con la sveltezza di uomini esperti. Riescono finalmente a mettergli la sella con il sottocoda, e d’un salto uno dei butteri gli è sopra. E’ Augusto Imperiali. Nuova tempesta di applausi. I butteri, entusiasti del successo ottenuto, saltano, ballano, buttano all’aria i cappelli, tanto per imitare in tutto quello che si è visto fare dagli americani. Augusto Imperiali fa una stupenda galoppata intorno al campo, tenendo con la destra le redini e agitando con la sinistra il cappello. Tutte le sfuriate del cavallo non riescono a muoverlo dal posto un solo momento. Sceso a terra, e chiamato ad avvicinarsi ai primi posti dove riceve le più vive congratulazioni da tutti, compresa la Duchessa di Sermoneta ed i suoi figli”.

Buffalo Bill non accettò di pagare la scommessa ed il giorno seguente tolse le tende del suo circo e lasciò Roma.

Le spoglie dell'eroico buttero oggi riposano nel cimitero di Cisterna di Latina.

 

di Mauro Nasi


 
Buttero 

 
Registrazione dominio, spazio web illimitato,
5 caselle di posta, a sole Euro 20.66+iva annue.
www. .